13.2 C
Salerno
mercoledì, Ottobre 5, 2022
spot_img

Distillazione, arte secolare e affascinante

La distillazione, è un’arte secolare e affascinante. Questa tecnica ha radici ataviche ed era utilizzata nell’antichità per ottenere medicinali, essenze ed anche veleni.

Sia un tempo che ai giorni nostri il distillatore è sempre stato un mestiere lento e filosofico, che trova il suo significato pregnante nel trascorrere del tempo. Si parte dalla cura della materia prima, dal campo al raccolto e si arriva al prodotto finale della distillazione senza dimenticare la sua attenta conservazione.

Distillazione, alchimia sublime e di sublimazione

Da sempre la distillazione è un’alchimia sublime e di sublimazione, con la materia solida che prima di passare allo stato liquido diventa gas. Se la lavorazione viene portata avanti secondo i previsti, studiati e tramandati canoni, il liquido che otterremo racchiuderà i profumi, le essenze e l’anima del prodotto di partenza.

Distillazione, le fasi

La distillazione comporta una metamorfosi: da solido o, nella maggior parte dei casi, liquido, stato al quale viene ridotta la materia solida per essere lavorata per poi passare allo stato gassoso (vapore) fino al completamento del ciclo di distillazione nuovamente liquido. A seconda delle varie culture, etnie, popolazioni, territori nei millenni si sono affinate le arti distillatorie ma anche il prodotto che finisce nei calici.

I distillati nel mondo

In giro per il mondo quindi si possono trovare più prodotti che allietano momenti di riflessione o fine pasto e non solo. Nei paesi nordici, dove è diffusa la patata, è facile trovare ottima vodka, nel Nord America o in Gran Bretagna dove sono diffusi i cereali si trova il whisky o wiskey, che prende o perde la “e” a seconda della sua provenienza. Nel Centro America, uno dei distillati più ricercati sul mercato è il Rum o Ron o Rhum, che si differenza, non solo per il nome ma per scuola di “colonizzazione”. Il gin, invece, è prodotto in quei territori dove è facile trovare la coltura del ginepro.

La distillazione in Europa

In Europa c’è sempre un braccio di ferro tra Italia e Francia con la coltura e soprattutto la cultura della vite. Qui si ottiene la distillazione diretta del frutto uva o dei materiali di risulta della vinificazione o del risultato della vinificazione (vino). A seconda della zona, del frutto o prodotto di origine, della lavorazione e della conservazione nel Bel Paese possiamo avere Acquavite, Grappa o Brandy; invece oltralpe si ottiene Cognac, Armagnac o Marc sempre partendo dall’uva.

A seguire una breve legenda dei termini più utilizzati nel settore della distillazione:

Mestiere Lento = lavorazione che richiede tempo ma che se ne giova nel prodotto

Sublimazione = trasformazione dallo stato solido a gassoso

Vodka = distillato di patate

Whisky = distillato di cereali proveniente dalla Scozia (scotch whisky)

Whiskey=distillato di cereali proveniente dall’Irlanda (irish whiskey)

Rum = scuola anglosassone

Rhum = scuola francese

Ron = scuola spagnola

Grappa e Marc = distillato di vinacce

Brandy, cognac e armagnac = distillato di vino

Acquavite =distillati in genere di frutti o altri prodotti

Mercante Alcolico

Articoli correlati

Stay Connected

3,883FansMi piace
8IscrittiIscriviti
- Casa editrice -spot_img

Ultimi articoli