20.5 C
Salerno
domenica, Maggio 19, 2024
spot_img

Insalata, mille ricette per ogni tipo

Ecco tutte le ricette da fare con l’insalata!

Tra le verdure, l’insalata è la migliore. Sotto ogni punto di vista. Acqua, sali minerali e vitamine sono solo alcuni dei nutrienti che contiene. Sinonimo di leggerezza, freschezza e benessere, ricordiamoci poi è soprattutto ipocalorica.

insalata

Coloratissima e salutare, parliamo di un prodotto praticamente privo di grassi e che ci apporta numerosi benefici. Certo, quando parliamo di insalate, estive o invernali che siano, ci riferiamo indistintamente a diversi tipi di ortaggi a foglia. E’ il caso di cicoria, lattuga, indivia, rucolasongino e crescione.

Questi, di solito, vengono consumati crudi e abbinati a numerosissimi ingredienti. Spaziamo da tonno, olive, mais e mozzarella di bufala fino a jocca, ricotta, pollo, pomodori, peperoni, zucchine e melanzane. Cerchiamo di capirne quali sono le proprietà e a cosa le insalate fanno bene

La cicoria, miss tra l’insalata

Sapore amarognolo ma ricca di tante virtù. La varietà più diffusa è la cicoria a foglia rossa che più spesso chiamiamo radicchio. Ma quelle più adatte per le insalate sono di sicuro il pan di zucchero e la zuccherina.

insalata

Eccovi dunque servita una scorta di cicorina, vitamina A, ferro e amido. Otterremo di digerire più facilmente, combattere la sonnolenza e stimolare l’attività di fegato e pancreas. Un’ulteriore buona notizia è il contenuto calorico della cicoria. In 100 grammi troviamo solo 10 chilocalorie.

Due ricette con la cicoria all’insalata

Se siamo in inverno, procuriamoci un cespo di cicoria pan di zucchero. Tagliamola sottile versandovi sopra un cucchiaio di noci sminuzzate grossolanamente, 100 grammi di formaggio e prosciutto cotto a cubetti. Condiamola con un paio di cucchiai di senape dolce, olio e aceto balsamico o limone salando e pepando.

Se invece è estate, la cicoria va tagliata a strisce larghe e poi condita con un avocado maturo a cubetti, polpa di granchio, germogli di soia ed erba cipollina. Per il condimento, bastano il succo di 2 limoni, olio e 1 cucchiaio di salsa, magari agro piccante.

insalata

La lattuga, regina dell’insalata

Ce ne sono due grandi gruppi, le lattughe cappuccio e quelle a costa lunga. Le prime sono le più utilizzate per l’insalata. Di queste la più diffusa è l’iceberg, usata per la preparazione degli hamburger. Le seconde, invece, risultano più croccanti e spesso servono per le minestre.

Grande alleato di salute e benessere, la lattuga contiene carotenoidi e vitamina A, ottimi per la vista. Ed è anche ricca di ferro, adatto a chi soffre di anemia e di fibre che combattono la stitichezza. Quanto alle calorie, 100 grammi equivalgono a 12 kilocalorie.

Le ricette con la lattuga

Sono davvero moltissime e tra le tante scegliamo la ricetta per una semplice ma gustosa insalata estiva. Per 4 persone bastano altrettante foglie di lattuga, 1 cipolla rossa di Tropea tagliata sottile, 1 cucchiaio di aceto di vino bianco e 250 grammi di pomodorini a spicchi conditi con olio extravergine di oliva, sale e origano.

insalata

L’indivia, insalata poco nota

E’ l’insalata dell’inverno, liscia o riccia non importa. Quest’ultima è buonissima cruda ma anche cotta nella pizza con la scarola. Con l’indivia le calorie diminuiscono ancora: 100 grammi contengono 10 kilocalorie.

La ricetta con invidia e salmone

L’abbinamento più solito è quello col salmone. Bisogna aprire un cespo di indivia e ricomporlo unendo alle foglie dell’insalata un paio di fettine di pesce. Il tutto va riposto in frigorifero per qualche ore e infine servito tagliato a rondelle.

Completiamo con un filo d’olio, limone e succo d’arancia con un pizzico di sale. Questa è una vera e propria ricetta della salute. Infatti, favorisce l’eliminazione delle tossine e contiene parecchie vitamine A e C che rendono la pelle elastica e giovane.

insalata

La rucola

E’ un’insalata molto aromatica, dal gusto amarognolo e leggermente piccante. Capace di migliorare la digestione, è diuretica, ricca di vitamina C e alleata delle difese immunitarie oltre che valido aiuto per proteggere dalle infiammazioni. Un po’ più calorica delle precedenti, 100 grammi di rucola valgono 25 kilocalorie.

La ricetta di rucola, pere, noci e grana

Ideale con pere, noci e grana, è una ricetta semplice e veloce. Sarà sufficiente sbucciare 2 pere e tagliarle a tocchetti, sbriciolare i gherigli di 4 noci, spezzare qualche foglie di rucola e infine condire con olio e limone o aceto balsamico.

insalata

Il songino

E’ l’insalata raffinata, amica della linea. Favorisce l’espulsione della bile, oltre che agire come potente disintossicante e diuretico, limitando la cellulite. I famosi 100 grammi contengono solo 14 kilocalorie.

Un’ottima ricetta con il songino è l’insalata mimosa: unite gli albumi tagliati a cubetti e i tuorli sbriciolati di 2 uova sode. Aggiungete mezza cipolla novella, lasciata a bagno per renderla più digeribile e 100 grammi di soncino. Condite con olio, un paio di cucchiai di aceto bianco e sale.

Il crescione

Due sono le varietà di crescione usate nelle insalate. Quella inglese, con stelo biancastro e foglie piccolissime e quello d’acqua con foglie tondeggianti. Entrambe ricche di vitamine (C e B2), sali minerali (soprattutto ferro e fosforo), sono ottimi antibiotici naturali e disintossicanti.

Grazie alle quantità di ferro che contengono, combatte l’anemia ed è usato in cosmetica come detergente per una pulizia profonda del viso. I classici 100 grammi di crescione equivalgono a 32 kilocalorie. Non dimentichiamo, infine, che è adatto ad arricchire panini o insaporire zuppe e salse. Per il suo sapore pungente, infatti, lo si preferisce erba aromatica piuttosto che come base per insalate.

Articoli correlati

Stay Connected

3,883FansMi piace
8IscrittiIscriviti
- Casa editrice -spot_img

Ultimi articoli