12.4 C
Salerno
martedì, Ottobre 4, 2022
spot_img

Menù della Befana, cosa mangiare all’Epifania

Scopri cosa prevede il menù della Befana!

Ci siamo! Eccoci al menù della Befana… La domanda corre ricorrente. Cosa mangiare il giorno dell’Epifania?

Certo è che l’Epifania tutte le feste porta via. E le ghiotte calze ripiene di dolciumi e bontà di ogni tipo non mancano appese ad ogni camino.

Ma è ovvio che ogni regione abbia le sue ricette. Noi, in verità, scopriamo cosa prevede la tradizione campana a tavola.

Il primo piatto sa già di Carnevale

Il menù della Befana è legato comunque al Natale. Ma forse non tutti sanno che si sente già profumo di Carnevale.

La lasagna è tra i primi più gettonati nel menù della Befana!

E allora via libera alla lasagna. Declinata con la carne o con le verdure, delizia il palato di grandi e piccini. E mette d’accordo persino i vegani o i vegetariani.

Sulla tavola stravince la semplicità e il gusto di certo non manca. Quindi sì ad antipasti per stuzzicare l’appetito. Salumi, formaggi, crostini e sottoli fatti in casa stuzzicano l’appetito.

I cannelloni nelle loro mille varianti: in alto da sinistra con ricotta e ragù e quelli ripieni di carne; in basso con salsa di salmone e quelli con zucca

Tra i primi più gettonati, spuntano i cannelloni ripieni con ricotta al sugo e quelli con verdure. O la squisita pasta al forno con polpettine, ragù e mozzarella. Così come i ravioli di ricotta o la fantastica crostata di tagliolini.

In alto da sinistra i ravioli al sugo e quelli con gli spinaci; sotto tre varianti della crostata di tagliolini

Fantasia a tavola nel menù della Befana

A fare la loro parte sono, in ogni caso, addobbi e decorazioni. Ma certo le ultime bontà delle feste che ci stanno lasciando creano un clima gioioso e gustoso! Soprattutto se le feste si trascorrono con amici e parenti.

Allora fantasia e creatività sono sempre ben accette ai fornelli. E mentre si scarta qualche regalo trovato vicino al camino che si riaccende per l’ennesima volta, i più impazienti si leccano già i baffi per il secondo, ovviamente di carne.

Il maiale stravince sul manzo

In attesa di brindare, la tradizione ci rimanda alla carne di maiale. Ottime le cotolette impanate e fritte per i bambini, chiaramente di suino.

In alto da sinistra l’arista di maiale all’arancia e quella in crosta; in basso alla birra e lo spezzatino con piselli

Ma come rinunciare agli involtini o all’arista al forno con patate o ortaggi di stagione. Il top è aromatizzarli con profumatissime spezie.

Qualcuno si diletta anche con lo spezzatino, sia di manzo che di maiale, da abbinare ai piselli tirati pazientemente col vino bianco.

Il gran finale, in ogni caso, è assicurato dai dolci tipici. E qui c’è davvero solo l’imbarazzo della scelta!

I dolci di Natale: struffoli, susamielli, mostaccioli e la squisita pastiera

Tra struffoliroccocòsusamielli. E poi mostacciolipastiere e le tantissime varianti di biscotti natalizi. Anche se c’è chi non rinuncia a pandoro e panettone!

La calza nel menù della Befana 

Cioccolatini e caramelle di sicuro sono disseminati in ogni angolo della casa. Specialmente dopo aver aperto le attesissime calze che si scambiano da tradizione.

Il ricordo dell’incontro dei re magi che portano a Gesù oroincenso e mirra è rivissuto ogni volta. Ma se ancora non si è sazi, da provare a fine pasto un bel tagliere di formaggi. Dai freschi agli stagionati. Con confetture varie o meglio ancora assoluti, soprattutto su crostini di pane appena caldi.

Articoli correlati

Stay Connected

3,883FansMi piace
8IscrittiIscriviti
- Casa editrice -spot_img

Ultimi articoli