11.5 C
Salerno
mercoledì, Ottobre 5, 2022
spot_img

Vinitaly 2017, Donne del vino e…

Verona. Una settimana all’insegna delle emozioni. Da venerdì a mercoledì prossimo a Vinitaly le Donne del Vino regalano emozioni con degustazioni di vini prodotti dalle aziende associate. E la Campania sarà protagonista insieme con altre tre regioni italiane. Si inizia alle 15 di domenica presso la Sala Tulipano dove si parlerà di vitigni rari e poi via libera a sei appuntamenti, di cui due presentati e guidati nella degustazione dal direttore scientifico di Vinitaly International Academy, Ian d’Agata riservata a giornalisti ed esperti sommelier internazionali. Quattro saranno i vini campani partecipanti, dall’Asprino d’Aversa di Salvatore Martusciello alla Catalanesca di Sorrentino Vini, dalla Barbetta di Antica Masseria Venditti al Pallagrello Nero di Terre del Principe.

Vini del territorio

Nella stessa giornata presso il padiglione B dove è localizzata la Campania, nell’area istituzionale Le donne del vino presentano “Le mille sfumature di un terroir”, un focus sulla Falanghina con assaggi di nove vini di Tenuta Cavalier Pepe, Azienda Agricola Donna ChiaraTerredoraCantine AstroniSalvatore MartuscielloSorrentino ViniAntica Masseria Venditti e Villa Matilde. A moderare sarà Antonella Amodio responsabile per la Campania della Guida Essenziale dei vini Doctor Wine – Daniele Cernilli mentre a guidare la degustazione Fosca Tortorelli, esperta di gestione e comunicazione del vino e sommelier.

Sorrento Rosé

Poi spazio alla conferenza stampa per l’evento Sorrento Rosè sempre nello stesso spazio e a seguire brindisi con la delegata della Campania dell’associazione Donne del vinoLorella Di Porzio e con la presidente nazionale, Donatella Cinelli Colombini. Gran finale mercoledì 12 aprile con una cena evento, organizzata al Palazzo della Gran Guardia dove la nostra regione sarà protagonista insieme con Liguria, Sardegna e Toscana che presenteranno specialità gastronomiche regionali accompagnate da 60 vini prodotti con vitigni autoctoni provenienti da tutta la penisola.

E quattro artigiani del gusto, uno per ciascuna regione, prepareranno ricette dal vino: per la Campania ci sarà il maestro Guglielmo Vuolo che reinterpreta un classico della tradizione napoletana, la pizza fritta; infine due le creazioni pret a porter, scugnizzielli napoletani e arepa napoletana. Saranno presenti, come testimoni di eccellenze territoriali, anche il caseificio Ponticorvo, punto di riferimento per la produzione artigianale casearia che offrirà mozzarella di bufala campana, la Latteria Sorrentina dal 1880 che da cinque generazioni è impegnata a tramandare tradizioni e qualità che delizierà i palati degli ospiti con formaggi e salumi e le creazioni del panificio Malafronte, panettieri da quattro generazioni.

Articoli correlati

Stay Connected

3,883FansMi piace
8IscrittiIscriviti
- Casa editrice -spot_img

Ultimi articoli