11.5 C
Salerno
mercoledì, Ottobre 5, 2022
spot_img

Zenzero, afrodisiaco e non solo (con ricetta)

Ecco perché non faremo mai più a meno dello zenzero!

Mister zenzero arriva dall’estremo Oriente. Ed è una radice usata fin dall’antichità che, oltre a donare ai piatti un aroma fresco. E’ ideale nelle diete dimagranti e ha mille virtù salutari. Non ultima, sappiate che lo zenzero è una pianta afrodisiaca.

zenzero

Lo zenzero è un toccasana contro la nausea, l’acidità di stomaco e la cattiva digestione. E poi aiuta con colesterolo e glicemia, batte la tosse, svolge un’azione antiossidante, antinfiammatoria e antitumorale.

In più protegge fegato, articolazioni e cervello. Capiamoci. Dello zenzero si usa il rizoma profumato, sia fresco (tagliato a rondelle o grattugiato) che in polvere (essiccato o sotto forma di canditi). E parliamo di una spezia molto utilizzata per aromatizzare i piatti, dolci e salati. Ma anche per preparare tisane salutari.

Zenzero antiossidante

Lo zenzero ha la capacità di contrastare i radicali liberi, i processi di invecchiamento e le infiammazioni. Ciò grazie a terpeni e composti fenolici tra cui il gingerolo. E non dimentichiamo che si dimostra anche un antitumorale.

zenzero

Ottimo per articolazioni e tosse

Con l’autunno arrivano anche i primi malanni. E con loro quella sensazione di pesantezza e di spossatezza. Niente paura. Questa radici agisce come antidolorifico e questa caratteristica, unita all’azione antinfiammatoria, lo rende utile in caso di problemi alle articolazioni.

In particolare, in caso di osteoartrite, mostra un’efficacia pari a quella di farmaci antinfiammatori ma senza gli stessi effetti collaterali. E se ci becchiamo la tosse associata alla fastidiosissima asma, niente paura! Possiamo beneficiare della sua azione antispasmodica e rilassante delle vie aeree.

Zenzero, stomaco e nausea

Parliamo poi anche di un ottimo gastroprotettivo. Infatti ci aiuta a prevenire l’ulcera. Questa spezia, infatti, stimola la produzione di mucina, uno dei costituenti principali della mucosa gastrica. E protegge lo stomaco dall’attacco dei succhi gastrici. Se poi soffriamo di nausea, anche durante la gravidanza, o di mal d’auto o di mare, consideriamo che ci riferiamo anche ad un prodotto carminativo.

zenzero

Via colesterolo e glicemia

Questo bulbo risulta utile sia in caso di colesterolo elevato che diabete tipo 2. Infatti, contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo inibendone la sintesi e pare aiuti ad abbassare anche la glicemia.

Un grande aiuto per il nostro cervello

Sempre grazie all’azione dei composti antiossidanti lo zenzero è neuroprotettivo. In particolare, il suo succo è stato in grado di ridurre i valori di LPO, o perossidazione lipidica. Questa è considerata un marker importante per la salute del cervello. Del resto, elevati valori di LPO sono osservabili in persone che soffrono di Alzheimer.

zenzero

Come consumare lo zenzero

Prepariamoci un gustoso e sano thè allo zenzero. E’ utile per digerire e contrastare il bruciore di stomaco in caso di tosse e problemi alle vie respiratorie. Per di più, protegge il sistema cardiovascolare e ci guadagnamo il benessere totale del nostro organismo.

Come preparare il thé allo zenzero

Per preparare il thé allo zenzero il procedimento è davvero semplice. affettiamo e sbucciamo due o tre rondelle della nostra radice, lasciamole in infusione per un quarto d’ora in una tazza piena di acqua bollente e poi filtriamo e beviamo.

Ma attenzione a non buttare via le rondelle usate! Possiamo sgranocchiarle senza esagerare perché sono molto piccanti. In alternativa, possiamo grattugiarle fresche sulle verdure o il pesce o usarlo per preparare dolci. Un segreto goloso, in caso di nausea, è lo zenzero candito o un pezzetto fresco al naturale.

*Foto IStock

Articoli correlati

Stay Connected

3,883FansMi piace
8IscrittiIscriviti
- Casa editrice -spot_img

Ultimi articoli