18.2 C
Salerno
giovedì, Settembre 29, 2022
spot_img

Camomilla, che meraviglia di pianta

Ecco perché la camomilla fa bene!

Camomilla, che meraviglia di pianta. Conosciuta per le sue notevoli proprietà sedative e calmanti, la camomilla custodisce tantissimi altri benefici. Capelli, pelle e bocca sono solo alcune parti del corpo che ci ringrazieranno.

Certo, la camomilla fa rilassare! Tutti lo sanno. Ma che favorisca la digestione, faccia espellere gas intestinali ed allevi coliche e nausea non è noto a parecchi. Intanto, i suoi fiori si preparano infusi usati per le loro virtù blandamente sedative.

In realtà, però, sono le proprietà antispasmodiche, come la melissa, a produrre un rilassamento muscolare. E questo ha effetti positivi anche su crampi intestinali, cattiva digestione, sindrome dell’intestino irritabile, spasmi muscolari e dolori mestruali.

E’ ottima poi pure in caso di tensione nervosa e stress. Il motivo? Provoca una sensazione di piacevole distensione con effetto calmante sul nervosismo e l’ansia.

camomilla

Camomilla, tisane e non solo

Le tisane di camomilla hanno poi un altro vantaggio. Quello di eliminare i gas intestinali e favorire la digestione. E che dire poi delle proprietà antinfiammatorie naturali grazie all’azione protettiva svolta sulle mucose.

Ecco perché allora viene utilizzata come rimedio lenitivo, decongestionante, addolcente e calmante in tutti tipi d’irritazioni. Dermatiti, ferite, ulcere e gastrite, ma anche congiuntiviti, riniti, irritazioni del cavo orale, gengiviti e infiammazioni urogenitali saranno mitigate così come se soffriamo di mal di denti.

Antidolorifico naturale, agisce positivamente inoltre su sciatica, mal di testa, mal di schiena e cervicale. Pare sia poi una manna dal cielo anche per abbassare il livello di zuccheri dal sangue per i suoi effetti ipoglicemizzanti. Non dimentichiamoci infine delle sue proprietà antisettiche.

Chi non l’ha mai utilizzata per fare degli impacchi agli occhi? La camomilla è indicata, infatti, in caso di orzaiolo, miopia e affaticamento oculare. Ma anche in caso di mal di denti e di dolori articolari. E per quanto riguarda i capelli? Li pulisce e riduce le irritazioni del cuoio capelluto.

camomilla

Come preparare l’infuso di camomilla

Se vogliamo prepararne un infuso, ci occorrono un cucchiaio di fiori e una tazza d’acqua. Versiamo la camomilla nell’acqua bollente e spegniamo il fuoco. Copriamo e lasciamo in infusione per qualche minuto.

Dopodiché filtriamo l’infuso e beviamolo in caso di tensione nervosa, cattiva digestione e crampi. Per uso esterno, facciamoci impacchi con garze sterili imbevute di infuso. Faremo un grande regalo ad occhi stanchi o rossi. E anche se soffriamo di congiuntiviti o per purificare la pelle e cicatrizzare le ferite.

E’ ugualmente ottima in caso di eruzioni cutanee, ferite, rossori e bruciature. Altro uso può essere quello dei gargarismi. Utilizziamo la stessa acqua dell’infuso per calmare le infiammazioni della bocca. 

Un uso poco conosciuto è quello del vapore. I vapori della camomilla sono un validissimo aiuto se abbiamo raffreddore, asma e tosse.

*Foto IStock

Articoli correlati

Stay Connected

3,883FansMi piace
8IscrittiIscriviti
- Casa editrice -spot_img

Ultimi articoli