4.3 C
Salerno
giovedì, Aprile 18, 2024
spot_img

Caffè Campana, quando “‘a tazzulella” è arte

Scopri la storia di Caffè Campana e dell’antica arte napoletana della “tazzulella”!

Un’azienda, Caffè Campana, che in circa settant’anni ha rafforzato e diversificato il proprio posizionamento sul mercato. Il punto di partenza è stato la pasticceria che nonno Sabino aprì a Torre Annunziata negli anni Trenta.

caffè campana
Raffaele e Paola Campana

All’arte dolciaria, poi, si è affiancata la maestria, tutta napoletana, legata all’oro nero. Infatti, nella bouvette che si trovava nell’antica capitale dell’arte bianca città si arricchì la proposta. E i Campana decisero di dedicarsi alla produzione di caffè fresco.

Il figlio Pasquale ne ha ereditato la passione e l’ha trasmessa ai figli. Oggi, infatti, Paola e Raffaele portano avanti con orgoglio e determinazione il progetto familiare. Nel 2013 hanno creato un proprio marchio “Campana Caffè” e hanno dato il là ad un percorso di innovazione che non dimentica mai la lezione del passato.

caffè campana
Un angolo della Bottega di Caffè a Pompei

Figli, anzi nipoti d’arte, i due fratelli si sono innamorati di quel lavoro meraviglioso che era stato prima del nonno, poi del papà. E lavorano instancabilmente da mattina a sera per assicurare al mercato un prodotto di eccellenza. Tra viaggi in Etiopia e nelle principali regioni africane dove nasce l’oro nero, ricerca continua di nuovi caffè di qualità e approfondimenti senza sosta.

“Siamo dei veri e propri cultori di caffè – affermano all’unisono i titolari di Caffè Campana – amiamo aggiornarci coniugando tradizione e ricerca costante. E questo vale sia nella produzione che nella commercializzazione. La nostra finalità è di diffondere la cultura legata ad una bevanda che è l’anima del sud. Puntiamo, infatti, a far conoscere il meraviglioso mondo di una materia prima che è seconda solo al petrolio per le esportazioni. Il caffè è come il vino, va sempre gustato, studiato e sperimentato”.

La storia di Caffè Campana

L’idea alla base di Caffè Campana ha un solo inizio. Profumi intensi, chicchi pregiati ed aromi accattivanti provenienti da tutto il mondo che, unendosi, danno vita a miscele dal sapore unico.

Per Raffaele e Paola i ricordi dell’infanzia trascorsa tra fragranze e gusti impressi nella memoria profumano ovviamente di caffè. E fanno da cornice ad un’avventura dove la manualità è ancora il filo conduttore di una filosofia d’altri tempi.

caffè campana

Mentre si racconta, a Paola viene un mente un particolare che condivide volentieri con noi. “A dieci anni avevo in mano la mia tazzina e la bevevo con gusto. Me la preparava mamma Mariarosaria e usava rigorosamente la macchinetta napoletana”. Per lei, quindi, la scelta professionale non poteva non coincidere con la voglia di valorizzare questo prodotto.

Così, dopo la laurea in scienze politiche e varie esperienze in giro per l’Italia, ha deciso di mettere testa e cuore nell’impresa di famiglia. Il suo sogno è sempre stato chiaro. Continuare a realizzare un caffè di eccellente qualità per alta ristorazione, alberghi e palati sopraffini.

In azienda i compiti naturalmente sono divisi. Paola non ha smesso un solo giorno di approfondire è diventata Q grader specializzandosi nel caffè arabica e robusta. E il suo ambito di competenza sono le relazioni esterne e i corsi di formazione organizzati in loco. Lello, invece, è impegnato in prima linea nella produzione.

caffè campana
Paola Campana davanti alla sua caffetteria e uno degli ultimi riconoscimenti ricevuti

Le miscele di Campana Caffè

Il prodotto viene lavorato artigianalmente realizzando miscele di natura prevalentemente arabica. Vengono usati caffè che arrivano dalla fascia equatoriale. Vale a dire da Guatemala, Etiopia, Brasile e Centro America.

I fratelli seguono personalmente tutte le fasi, dalla selezione manuale alla tostatura, dal riposo nei silos al confezionamento. Quattro sono le miscele gourmet ottenute e commercializzate: Santos (60% Arabica e 40% Robusta), Etiopia (70% Arabica – 30% Robusta), Centro America (80% Arabica – 20% Robusta) e Extra Gold (100% Arabica).

Il Campana Caffè fa bene!

Forse non tutti conoscono i benefici del caffè. Bevanda troppo spesso demonizzata, in realtà, è un toccasana per diverse sue caratteristiche. E’ innegabile che rappresenta un rito sociale insostituibile ed assicura una grande energia. Migliora l’umore al solo pensiero di dedicarsi un break anche di pochi minuti con in mano una calda “tazzulella”.

caffè campana
Paola Campana

Agisce beneficamente anche sulla memoria e, in generale, sulle funzioni mentali e le prestazioni fisiche. Inoltre, vanta la capacità di ridurre il rischio di alcune malattie. Dal diabete 2 ai tumori, dalle patologie cardiovascolari all’Alzheimer e al Parkinson. E non dimentichiamo che svolge un’azione protettiva su fegato e cervello.

L’azienda e la Bottega di caffè

All’azienda, che si trova al civico 194 di corso Vittorio Emanuele III a Torre Annunziata, si è aggiunta la “Bottega di caffè” a Pompei al civico 44 di via Sacra. Qui è possibile degustare le ottime miscele realizzate dai Campana accompagnandole da squisiti prodotti da forno e cappuccini realizzati con la tecnica del latte art.

*Foto per gentile concessione della famiglia Campana

Articoli correlati

Stay Connected

3,883FansMi piace
8IscrittiIscriviti
- Casa editrice -spot_img

Ultimi articoli