11.5 C
Salerno
mercoledì, Ottobre 5, 2022
spot_img

Kefir, il gusto della leggerezza

Perchè amare il kefir…

Sapore fresco e leggermente aspro, il kefir è una bevanda fermentata simile allo yogurt. La sua consistenza appena “effervescente” lo rende perfetto per tanti usi in cucina. A partire dalla colazione!

Da dove arriva

Viene dalla Russia. E custodisce mille virtù! I suoi benefici per la nostra salute, ed in particolare per quella dell’intestino, sono tantissimi. Favorisce innanzitutto la formazione di anticorpi. E agisce positivamente nel riequilibrare la flora batterica intestinale.

Rafforza, quindi, le difese immunitarie. Senza dimenticare che può essere bevuto anche dagli intolleranti al lattosio. Del resto, ne contiene una bassissima percentuale.

Le proprietà

È una buona fonte di proteine. Oltre che ricco di calcio, fosforo e vitamine specialmente del gruppo B ed A. Prodotto da latte intero, il kefir ha anche una modesta quantità di grassi saturi e colesterolo.

kefir

Chiaramente il suo profilo chimico cambia in base al livello di scrematura del latte. E poi rispetto alla composizione dei granuli. In più dipende dalla tecnologia di lavorazione.

La differenza tra kefir e yogurt

Nonostante siano simili, le differenze tra yogurt e kefir sono nette. Nello specifico, il kefir contiene una maggiore percentuale di grassi. Oltre che proteine e probiotici. E’ quindi molto nutriente. In aggiunta, contiene una percentuale di lattosio inferiore a quella dello yogurt.

kefir

Come mangiare il kefir a colazione

L’ideale è mangiarlo a colazione! Va benissimo se lo versiamo sui cereali al posto del latte. O anche se lo usiamo come base dei frullati al posto dello yogurt. Può essere anche unito, in un bicchiere, al muesli. Quindi coperto con una macedonia di frutta fresca. Oppure, se stiamo preparando una brioche o del pane dolce, aggiungiamolo nell’impasto.

Come usare il kefir in cucina

Per colore e densità, somiglia vagamente allo yogurt diluito. L’aroma è molto caratteristico. Ecco perché in tanti preferiscono consumarlo da solo, fresco o a temperatura ambiente. Per lo più, comunque, come bevanda.

kefir

Altre volte lo si abbina volentieri a miele. Ma anche a frutta fresca e sottaceti. Così come a verdure fermentate. Su tutte, i crauti. E’ perfetto poi per addensare zuppe di verdura e creme di legumi. E rappresenta la base ideale per una salsa con cui condire le verdure o la pasta.

È particolarmente adatto come ingrediente principale di un gelato. Inoltre, va bene per realizzare uno sfizioso dip. Immergiamovi immergere le verdure prima di mangiarle. E avremo preparato un aperitivo originale e saporito!

*Foto IStock

Articoli correlati

Stay Connected

3,883FansMi piace
8IscrittiIscriviti
- Casa editrice -spot_img

Ultimi articoli